Perche dico si a Dio tutti i giorni

    Perche dico si a Dio tutti i giorni

    Category Spiritualità

    Perchè dico di sì a Dio tutti i giorni? 

    Questa sembra quasi una domanda retorica, dove la risposta è scontata: perché lo amo! Ma in realtà non è così ovvio, perché l’amore umano è così imperfetto e debole che non ha la forza necessaria per rimanere fedele a Dio ogni giorno.
    Piuttosto è l’amore di Dio che mi sostiene, è la fedeltà di Dio che mi rende fedele al suo amore, è la sua infinita misericordia che perdona tutte le mie infedeltà.
    Perchè dico di sì a Dio tutti i giorni? Perché Lui ogni giorno rinnova il suo amore per me; perché ogni giorno dona la sua vita per me; perché ogni giorno mi perdona; perchè ogni giorno mi sostiene in tutte le mie difficoltà; perché ogni giorno mi dà la forza di superare i miei limiti; perchè ogni giorno si fa mio compagno di viaggio…; potrei continuare quest’elenco all’infinito. Questo per
    ribadire che è sempre Dio a fare il primo passo e con la sua presenza mi dà la forza di perseverare in questo rapporto di fiducia e di scambio tra me e Lui.
    Io, come consacrata, ho detto il mio sì alla chiamata di Dio ad essere sposa di Cristo, nel giorno della mia professione. Questo è un dono gratuito di Dio, perché, senza alcun merito da parte mia, mi ha prescelta a questa vocazione così sublime. Da allora ogni giorno rinnovo il mio sì, anche in mezzo a tante difficoltà e a tante lotte, ma l’amore che Dio ha messo dentro di me mi dà la forza di superare tutto, di rialzarmi ad ogni mia caduta e quest’amore mi dà la certezza di sapere che io appartengo a Lui e che Lui mi appartiene. Un sì pronunciato da me, povera e umile creatura e sostenuto dalla potenza di Dio.
    Ma questo sì non è richiesto solo alle anime consacrate. Ogni battezzato riceve l’amore di Dio Padre che infonde, in ciascuno, il desiderio di conoscerlo e ricambiare il suo amore. Ogni battezzato è chiamato a vivere questo rapporto intimo con Dio, in ogni stato di vita: sacerdote, suora, frate, padre di famiglia, madre, laico, giovane, anziano …; ma, a causa del peccato originale siamo inclini a interrompere questo rapporto, a tradire Dio con le nostre piccole o grandi cadute.
    Allora guardiamo Cristo, il Dio fatto uomo per noi, Lui è stato fedele al Padre ”fino alla morte e alla morte di Croce”; guardiamo a Maria, la quale ogni giorno ha detto il suo sì, alla chiamata di essere Madre di Cristo: un sì rinnovato nell’incomprensione, fino ai piedi della croce; guardiamo alla vita di tanti santi, che con il dono della propria vita e nella lotta quotidiana, hanno risposto di sì a Dio.
    Perchè dico di sì a Dio tutti i giorni?

    Perché Dio mi ha detto di sì da sempre, perché da sempre Lui mi ha pensata, desiderata e chiamata alla vita .. perché Lui mi ama e io lo amo!

    Suor Antonina Criapisi

    Mettiti in contatto con le Suore Carmelitane Messaggere dello Spirito Santo

    suorecmessquillace@gmail.com

    Potrebbe piacerti anche:

    :: Cosa fare per stare più vicino a Dio?

    :: Qual è il carisma e la missione della Congregazione?

    :: La vocazione religiosa è un invito di Dio

    Share This Post