I segni natalizi – Perché adornare la nostra casa per il Natale?

    I segni natalizi – Perché adornare la nostra casa per il Natale?

    La Corona dell’Avvento ha un significato molto importante. I colori delle candele sono diversi. La candela rossa simboleggia la salvezza che si avvicina; quella verde rappresenta la speranza che ci porterà Colui che è il Re dei re e Signore dei signori; la candela viola la gioia che riempie ogni cuore e la bianca la pace che ci porterà il Principe della Pace. Nelle porte delle case sono poste le Corone che segnalano l’arrivo del Bambino.

    Nelle famiglie è un abitudine addobbare l’Albero di Natale. Questo albero verde (pino o abete) supera e sopravvive all’inverno europeo. Esso ci ricorda anche la nostra fede nel Salvatore che supera la morte. Le palline colorate dell’albero rappresentano i frutti della grazia e della salvezza che ci ha portato il Bambino Gesù. I regali per i bambini, messi ai piedi dell’Albero, ci ricordano che il Bambino Gesù ha ricevuto i regali dei Re Magi nel giorno dell’Epifania. Le luci ci ricordano che Lui è la Luce del Mondo (Giov 8, 12) che illumina tutti gli uomini.

    Il presepio è il più importante simbolo del Natale. Lì giace il Bambino sotto gli occhi amorevoli di Maria e Giuseppe. Ed è una scena commovente che ci parla dell’importanza della famiglia, patrimonio dell’umanità, chiesa domestica e base delle civiltà.

    Davanti a questi personaggi, ogni famiglia deve meditare l’importanza di ognuno dei suoi membri. La figura di Giuseppe ci ricorda l’uomo giusto, che ha dedicato la sua vita al Figlio di Dio. Un insegnamento forte circa la missione dei genitori nella salvaguardia della vita. Guardiamo Maria, dedicata al suo bambino appena nato. Indica la grandezza e la meraviglia della missione materna che dà la vita e la custodisce. Il Bambino avvolto in fasce è puro, è bello e si lascia curare da Maria e Giuseppe, cresce in sapienza e grazia davanti a Dio e agli uomini. Lui che si fa ubbidiente nel segreto della vita in Nazareth.

    Vediamo anche i pastori, gli umili che rappresentano il popolo locale, che in fretta vanno all’incontro del Bambino per adorarlo. Loro ci insegnano a vedere Dio in quel fanciullo; ci insegnano ad amarLo, lodarlo e servirLo con tutto il cuore. Insegnano anche a vedere che Dio ci ama con un amore infinito.

    Guardiamo anche i re Magi, che sono venuti da lontano, dall’Oriente, essi rappresentano tutti i popoli pagani che, guidati dalla Stella, arrivano fino a Betlemme e portano regali al Bambino: oro per il Re; incenso per Iddio e mirra per l’agnello che un giorno sarà immolato.

    Quanti insegnamenti tutto questo può portare ad ogni famiglia cristiana!

    Come i pastori di Betlemme e i Re Magi dall’Oriente, seguiamo con gli Angeli la sua Stella fino al presepio. Adoriamo Colui che è Via, Verità e Vita!

    Adorna la tua casa per il Natale, come chi prepara la casa del proprio cuore per ricevere il più grande avvenimento della storia: Gesù, il Divin Salvatore. 

    Professore Felipe Aquino, www.cleofas.com.br e Twitter: @pfelipeaquino

    Share This Post