Comincia il “pre Conclave”

    Comincia il “pre Conclave”

    Category Benedetto XVI

    I cardinali che si trovano a Roma sono già stati alla prima Congregazione Generale in questo lunedì 4 marzo presso l’Aula Nuova del Sinodo dei Vescovi in Vaticano. Si tratta del primo incontro ufficiale del Collegio Cardinalizio, che da adesso può trattare di argomenti importanti, riflettere sulle sfide della Chiesa Cattolica nel mondo, su come dovrà essere il nuovo Papa e su tanto altro.

    I porporati hanno cominciato ad arrivare verso le 9 per la prima riunione, che ha avuto inizio alle 9.30.

    [stream provider=video flv=x:/voint.webtvcn.com/tvdigital/roma/renuncia_papa/resumo_04_03.flv img=x:/www.cantonuovo.eu/wp-content/uploads/2013/03/video_resumo_04_031.jpg mp4=x:/voint.webtvcn.com/tvdigital/roma/renuncia_papa/resumo_04_03.m4v embed=true share=true width=500 height=280 dock=true controlbar=over bandwidth=high autostart=false /]

    Secondo la Costituzione Universi Dominici Gregis del Beato Giovani Paolo II che tratta della Sede Vacante e dell’elezione del Sommo Pontefice, le congregazioni devono avvenire quotidianamente, dal giorno in cui sono state stabilite dal Cardinale Camerlengo. Queste congregazioni ascoltano il parere del Collegio Cardinalizio, trasmettono le informazioni necessarie e permettono che ogni cardinale esprima la propria opinione sugli argomenti pertinenti alla Chiesa, oltre che definire la data del Conclave.

    Nelle riunioni ufficiali che precedono il Conclave, anche i cardinali non votanti, ossia, coloro che hanno già raggiunto l’età di 80 anni, possono partecipare e fare degli interventi. Secondo la medesima Costituzione, i cardinali devono anche prestare giuramento di mantenere il segreto.

    Non si sa ancora il numero esatto dei cardinali arrivati a Roma per i lavori delle congregazioni preparatorie, ma è necessario che tutti i votanti siano presenti perché il Conclave possa avere inizio.

    Alla fine di questa mattina, padre Federico Lombardi, durante un briefing, ha assicurato che “l’atmosfera nella Congregazione è serena, costruttiva e positiva in questo periodo di responsabilità per l’elezione del nuovo Pontefice”.

    Secondo il direttore della Sala Stampa Vaticana, nella prima congregazione erano presenti 142 cardinali, di cui 103 votanti. Mancano 65 cardinali, di cui 12 votanti.

    “La congregazioni ha avuto inizio con una prima parola del Cardinale Decano, che ha ricordato al Collegio l’importanza di questo evento. Subito dopo, hanno pregato e fatto il giuramento. I cardinali prima hanno fatto un giuramento collettivo e dopo ognuno si è messo davanti al tavolo della presidenza – nella quale si trovava l’evangeliario aperto – facendo ognuno il proprio giuramento personale”, ha detto padre Lombardi.

    Il portavoce ha informato ancora i giornalisti che è stato proposto dal Decano, e accettato volentieri dal Collegio Cardinalizio, l’invio di un messaggio al Papa emerito Benedetto XVI, a Castel Gandolfo. È stata proposta anche una prima riflessione spirituale, tradizionale all’inizio della Congregazione Generale, fatta dal predicatore della Casa Pontificia, padre Raniero Cantalamessa, in questo pomeriggio di lunedì.

    Share This Post