Gocce di Vita – Un sguardo misericordioso

    Gesù ci insegna a guardare i figli e le figlie di Dio come il Signore li guarda.

    Quando siamo di fronte ad una persona che non conosciamo, cosa ci viene in mente la prima volta?
    È il desiderio di saperlo, di fare un’esperienza con questa persona o di dare un’opinione riguardo al suo aspetto?
    Quanto è bello incontrare nuove persone, e anche conoscere più profondamente quelle con cui viviamo giorno per giorno, sapere la storia, le aspirazioni
    e a guardarle con lo stesso sguardo misericordioso di Gesù!
    Il Signore ci d
    à un consiglio salutare per crescere e approfondire le nostre relazioni:
    “Non giudicate, e non sarete giudicati” ( Matteo 7: 1).
    Gesù ci insegna a guardare i figli e le figlie di Dio come il Signore li guarda.

    – Luzia Santiago –
    Comunità Canção Nova

    Forse anche ti piacerà:
    :: 
    Quiz – La Chiesa e i giovani – Una relazione possibile?
    :: Su cosa si fonda la fede?
    :: In che senso Maria è nostra madre?

     

    La storia del Presepe

    In quel tempo… “l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazareth, ad una vergine fidanzata con un uomo chiamato Giuseppe, della casa di Davide; e il nome della vergine era Maria”. Una storia conosciuta…

     

    Maria ha detto sì a Dio… e mesi dopo, nella città di Betlemme… “diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c’era posto per loro nell’alloggio.” A sentire queste parole è comune che ci venga in mente la conosciuta immagine del presepio… Presepio: parola di origine latina, posto dove si raccoglie il bestiame; recinto, fienile, stalla… Rappresentazione del locale della nascita di Cristo e dei personaggi che, secondo il Vangelo, erano presenti o accorsero dopo. Posto che i fedeli preparano in chiesa o nelle proprie case per festeggiare la nascita del bambino Gesù. Ma chi avrà avuto la sensibilità di tradurre in modo così bello la scena della nascita di Gesù? Francesco, sì proprio quello, il poverello d’Assisi. Tre anni prima della sua morte, decise di celebrare, in una cittadella italiana chiamata Greccio, la memoria della nascita del bambino Gesù… Un piccolo borgo, a 750 m dal mare, nell’alto del monte Lacerone. Ha fatto questo subito dopo aver avuto l’approvazione delle regole del proprio ordine approvate da papa Onorio III… ed avere visitato la Terra Santa… Ha chiesto ad un amico, chiamato Giovanni, che predisponesse un luogo… Anche l’idea del presepio ha avuto la benedizione pontificia…

    CATEGORY : Sem categoria

    Cos’è un sinodo?

    Ma cos’è un sinodo?

    Sinodo viene dal greco syn, “insieme” e odòs, “via, cammino”.
    Allora sinodo significa camminare insieme.
    Quando la Chiesa celebra un sinodo, mette in pratica la sua capacità di fare comunione, ovvero di confrontarsi e riflettere su un argomento non da sola, ma insieme ad altri.
    Don Domenico Bruno risponde alla domanda.

     

    Forse anche ti piacerà:
    :: Fede fuori della Chiesa?
    :: C’è contraddizione tra fede e scienza?
    :: Che male c’è a guardare un film erotico o una rivista pornografica ?

    Privacy

    LA PRIVACY POLICY DI QUESTO SITO

    PERCHE’ QUESTO AVVISO

    In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

    Si tratta di un’informativa che è resa anche ai sensi del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (Regolamento UE 2016/679 – in sigla “GDPR”) a coloro che interagiscono con i servizi web della Delta Informatica Spa dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall’indirizzo:

    www.cnplay.it

    Corrispondente alle pagine  del sito www.cnplay.it

    L’informativa è resa solo per il sito della cnplay.it e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link.

    IL “TITOLARE” DEL TRATTAMENTO

    cnplay.it

    QUALI DATI RACCOGLIAMO?

    Raccogliamo dati solo per utilizo di Google Analytics: Dati demografici, Interessi, Dati geografici, Comportamento, Tecnologia, Dispositivo mobile.

    I dati raccolti utilizzando i cookies non saranno diffusi né comunicati a terzi. Essi potrebbero essere trasferiti da Google fuori dall’Unione Europea, in particolare negli Stati Uniti d’America. Il trasferimento è autorizzato in base a specifiche decisioni dell’Unione Europea e del Garante per la tutela dei dati personali, in particolare la decisione di adeguatezza della Commissione UE 1250/2016 (c.d. Privacy Shield), per cui non occorre ulteriore consenso, garantendo Google la propria adesione al Privacy Shield.

    CATEGORY : Sem categoria

    Dio ci ha permesso di amare

    Solo attraverso l’amore possiamo rendere la salvezza di Gesù e arrivare a coloro che amiamo

    Sospiro per aver amato tutta la mia vita e anche tu hai bisogno di sospirare per passare tutta la vita innamorata. Questo è l’essenziale. Dio ci darà la ricompensa per il nostro amore. Voglio ricordare un altro passaggio che è anche collegato a questo: “L’amore copre una moltitudine di peccati”. Solo attraverso l’amore possiamo rendere la salvezza di Gesù e arrivare a coloro che amiamo, a coloro che passano nelle nostre vite. La tentazione ci ha ingannato, dicendo che non possiamo fidarci delle persone, che dobbiamo occuparci solo della nostra vita. No, Dio ci sta dicendo oggi: “Portatevi l’un l’altro nell’amore di Cristo!”.

    L’amore ci porta alla perfezione; nell’amore c’è la nostra salvezza. Dio ci ha permesso di amare. L’amore è sostegno, perdona, l’amore combatte, esorta, gioisce, piange, incoraggia, non si arrende… amore, amore, sempre amore!

    Il tuo fratello,

    Mons. Jonas Abib

     

    Forse anche ti piacerà:

    ::Dio e la morte; un legame?

    ::Perché la chiesa condanna l’aborto?

    ::  Castità: repressione o liberazione?

    ::Devo accettare tutti gli insegnamenti della Chiesa?

    Il matrimonio e la sessualità sono santi

    Dio investe in te e nell’arca dell’alleanza, che è la sua casa

    L’intenzione del nemico è precisamente quella di far sì che uomini e donne cerchino il matrimonio solo per passione, per piacere sessuale. Il matrimonio e la sessualità della coppia sono santi!

    Ma l’astuto nemico vuole il disordine, instillando scherzi malevoli negli uomini. Il Signore trasforma tutti quelli che lo hanno bandito dalla sua mente, dal suo cuore, e riversa su di loro lo Spirito Santo, eseguendo ciò che ci sembrava impossibile. Dio vuole trasformarti, rifare tutto nella tua vita.

    Chiedete il battesimo nello Spirito Santo e l’impossibile accadrà; molte donne sono state anche toccate dai romanzi che presentano come se tutti vissero felici e contenti. In questo modo, questi sono presi dal lato affettivo, romantico, sensibile. Ma il Signore vuole cambiare l’intero concetto.

    La sessualità femminile è una meraviglia che il nemico vuole gettare nel fango; il piano di Dio è di riabilitare la dignità della sessualità umana: la bellezza di essere madre, di concepire, di generare, di dare alla luce, di educare i bambini a questo mondo e all’Alto, al Signore! Sii docile allo Spirito Santo e tutto cambierà. Dio investe in te e nell’arca dell’alleanza, che è la tua casa, anche se la tua famiglia ha vissuto così lontano in modo pagano, il Padre vuole riversare su di te lo Spirito Santo. Il rimedio di Dio Padre è l’effusione dello Spirito Santo. Credimi, la trasformazione avverrà!

    Il tuo fratello,
    Mons. Jonas Abib

    Forse anche ti piacerà:

    :: La partecipazione di Dio nel matrimonio

    :: Perché i bambini muoiono?

    :: C’è contraddizione tra fede e scienza?

    :: Il sesso prima del matrimonio, perché la chiesa condanna ?