La sfida della fede

    La volontà di Dio è che viviamo la sfida della fede

    Molte volte, vogliamo chiedere a Gesù che realizzi miracoli nella nostra vita, ma il miracolo più grande che il Signore

    vuole fare in noi oggi è quello della nostra fede.

    Quando crediamo, nessun segno è necessario, ma quando non crediamo nessun segno è sufficiente per convincerci, perché mancano

    gli occhi della fede per vedere, anzi per scorgerlo. Il più grande miracolo fuori di noi non sarà mai sufficiente se non fossimo guariti

    della nostra mancanza di fede. Allora chiediamo oggi a Gesù che ci guarisca di ogni mancanza di fede, perché soltanto questo dono

    di Dio ci fa scorgere interiore ed esteriormente.

    “Allora Gesù disse: donna grande è la tua fede” (Mc 7 29a).

    Signore vogliamo essere uomini e donne che hanno visione, capaci di intravedere oltre le apparenze.

    Gesù confido in te!

    Luzia Santiago

    Forse anche ti piacerà:

    :: La fede toglie la libertà?

    :: La spiritualità può combattere la depressione?

    :: Siamo fatti per Amare

    :: Il pericolo del demonio muto

    Nella Croce c’è la forza per l’anima

    “A tanti sembra dura questa parola:”

    «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua”

    (Lc 9, 23). Ma sarà ancora più duro sentire questa parola definitiva: “Dirà a quelli alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno,

    preparato per il diavolo e per i suoi angeli”. (Mt 25, 41).

    Coloro che ora gioiscono nell’ascoltare il linguaggio della Croce e lo seguono non possono avere paura nell’ascoltare quello la condanna eterna.

    La Croce è salvezza, la Croce è simbolo di vita; La Croce è protezione contro i nemici; dalla Croce effondono le dolcezze dall’alto; nella Croce c’è la forza per l’anima;

    la Croce è segno della santità perfetta. Non c’è nessuna salvezza, nessuna speranza di vita eterna senza la Croce “(imitazione di Cristo).

    Che questa settimana Santa ci aiuti a scoprire il significato della Croce e l’amore di Dio tramite questo prezioso strumento che ci salva!   Gesù, confido in te! Luzia Santiago

     

     

    Possiamo diventare una rete d’intercessione!

    Messaggio di Luzia Santiago

    Ho trovato un semplice modo di dedicarmi all’intercessione, una maniera per gioire ed essere collegata a tutto il popolo di Dio in tutte le circostanze. Nella lotta, nella gioia, nelle vittorie, nelle cadute, nei principali momenti di entusiasmo o persino quando la fatica comincia a abbatterci, c’è un pericolo di non fidarci più nella Provvidenza giornaliera della grazia di Dio.

    Un giorno ho iniziato a notare in me questi sintomi: esaurimento fisico, stanchezza, ansia e apprensione causati da situazioni che erano oltre la mia comprensione, soprattutto al mattino, mentre mi preparavo per il lavoro. Fu lì che ha catturato la mia attenzione la festa e il canto di un uccello brasiliano “bem-te-vi” che si posò nella mia finestra insieme ad altri uccelli. Mentre ascoltavo il loro canto, ho sentito il desiderio di lodare Dio, come loro facevano, sentivo come se dicessero: “Loda il Signore con noi, perché se Lui si prende cura di noi, cosa non farà per te e per le situazioni che ti causano ansietà?” Mi ricordai allora delle parole di Gesù: “Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, né mietono, né ammassano nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre.Non contate voi forse più di loro? (Mt 6,26)

    In questo modo ho avuto l’opportunità di condividere questa esperienza di questo nuovo canto sul programma radiofonico “sorridendo alla Vita”. Ho invitato gli ascoltatori ad ascoltare il canto di questo uccello e sentendolo pregare un ‘Ave Maria’ per me, e che anch’io avrei pregato allo stesso modo.

    Immediatamente, gli ascoltatori hanno reagito. Hanno cominciato a telefonare, inviare lettere, e-mail condividendo su questa scoperta del canto degli uccelli: un invito alla lode e all’intercessione. Un modo semplice per stare in comunione con Dio, tutto il giorno e con i fratelli di tutta la terra, che continuamente lodano Dio.

    L’invito è anche per te. Quando ascolti un canto, loda Dio immediatamente acclamando: “Vieni, Signore Gesù!”, vieni in mezzo a noi.
    Quando, per qualche ragione, non sentirò cantare un uccello, qualcuno, da qualche parte, lo sentirà. Così, abbiamo formato una rete di preghiera 24 ore su 24: “la rete d’intercessione”. È possibile partecipare, perché è a portata di tutti. Io credo in un mondo migliore per il potere della preghiera!
    Cerchiamo di perseverare intercedendo per le intenzioni del mondo intero, insieme alla Madonna che ci accompagna sempre.

    Gesù insegnaci a pregare ogni momento della nostra vita!

    Luzia santiago

     

     

    Immergiamoci nella Fonte della misericordia!

    La misericordia del Signore ci sorprende perché essa raggiunge ogni peccatore.

    Dio chiama le città coinvolte dalla dissolutezza e malvagità, come Sòdoma e Gomorra. Lui offre la sua salvezza.

    “Udite la parola del Signore, voi capi di Sòdoma; ascoltate la dottrina del nostro Dio, popolo di Gomorra! Lavatevi, purificatevi, togliete il male delle vostre azioni dalla mia vista. Cessate di fare il male, imparate a fare il bene, ricercate la giustizia, soccorrete l’oppresso, rendete giustizia all’orfano, difendete la causa della vedova”. “Su, venite e discutiamo” dice il Signore. “Anche se i vostri peccati fossero come scarlatto, diventeranno bianchi come neve. Se fossero rossi come porpora, diventeranno come lana. Se sarete docili e ascolterete, mangerete i frutti della terra”. ( Is 1,10.16-19).

    Nel momento attuale questa stessa misericordia, è offerta al mondo. E’ necessario ascoltare e obbedire. Dio ci ha chiamati a modellare la nostra vita nell’amore e nella giustizia, poiché ci perdona sempre.

    Approfittiamo il giorno di oggi per attualizzare il nostro rapporto con Dio e con le persone che ci sono care.

    Illumina i miei occhi , Signore. Custodiscimi dal sonno della morte. Che il mio nemico non possa dire: Ho trionfato su di lui”

    Gesù confido in te!

    Luzia Santiago

     

     

     

    Mess. Luzia Santiago

    Abbiamo l’oggi per praticare il bene!

    In quanto figli di Dio, dovremo fare in modo naturale ciò che lo stesso Signore ha realizzato, e ciò che a Lui è gradito. È caratteristico del Signore fare bene tutte le cose e fare sempre il bene; è questo il cammino che Lui ci consiglia di seguire: “Cercate il bene e non il male, se volete vivere” (Am 5,14a).
    Scegliere il bene è sempre una sfida, perché la nostra natura, molte volte, s’inclina al male, ma con l’aiuto della grazia, dell’Onnipotente riusciamo a seguire il suo esempio.
    L’amore di Dio ci stimola ad amare il prossimo. Se questo non avviene; c’è qualcosa di sbagliato nella nostra vita, perché la Parola di Dio afferma: “Se uno dicesse: «Io amo Dio», e odiasse il suo fratello, è un mentitore. Chi, infatti, non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede”. (1Gv 4,20).
    Signore, insegnaci a fare sempre il bene e ad amare incondizionatamente i nostri fratelli, anche quando tutto si mostra contrario e non corrispondente dentro e fuori noi.

    Gesù confido in te!
    Luzia Santiago

    CATEGORY : Luzia Santiago

    Gocce di Vita – Un sguardo misericordioso

    Gesù ci insegna a guardare i figli e le figlie di Dio come il Signore li guarda.

    Quando siamo di fronte ad una persona che non conosciamo, cosa ci viene in mente la prima volta?
    È il desiderio di saperlo, di fare un’esperienza con questa persona o di dare un’opinione riguardo al suo aspetto?
    Quanto è bello incontrare nuove persone, e anche conoscere più profondamente quelle con cui viviamo giorno per giorno, sapere la storia, le aspirazioni
    e a guardarle con lo stesso sguardo misericordioso di Gesù!
    Il Signore ci d
    à un consiglio salutare per crescere e approfondire le nostre relazioni:
    “Non giudicate, e non sarete giudicati” ( Matteo 7: 1).
    Gesù ci insegna a guardare i figli e le figlie di Dio come il Signore li guarda.

    – Luzia Santiago –
    Comunità Canção Nova

    Forse anche ti piacerà:
    :: 
    Quiz – La Chiesa e i giovani – Una relazione possibile?
    :: Su cosa si fonda la fede?
    :: In che senso Maria è nostra madre?

     

    Gocce di Vita – Portiamo nel cuore il desiderio di felicità

    Portiamo nel cuore il desiderio di felicità

    Saremo felici solo se saremo docili e obbedienti al Signore

    La parola del Signore per noi, oggi e per sempre, è: “Ascolta la mia voce, così sarò il tuo Dio, e tu sarai il mio popolo; e ho proseguito per tutto il tempo in cui ti nominerò per essere felice “(Geremia 7, 23b).

    Tutti noi portiamo nel cuore il desiderio di felicità; siamo stati fatti per viverla, perché è stato Dio a mettere questo desiderio nel nostro cuore, indicandoci il modo in cui dobbiamo calpestare per raggiungerlo. In questa bella giornata, che è chiamata oggi, mettiamoci alla presenza del Signore con umiltà e diciamo a Lui: parla a me, Signore, perché voglio ascoltare e seguire la tua voce e lasciarmi guidare da Lui.

    Sta a noi fare la scelta di ascoltare e obbedire alla voce del Signore o no; ma dentro di noi sappiamo che saremo felici solo se saremo docili e obbedienti ai suoi comandamenti, obbediamo a tanti ordini e ideologie assurdi che spesso ci tengono nella schiavitù, quindi perché non obbedire alla voce del nostro Signore, che ci porta alla piena libertà come figli di Dio?

    – Luzia Santiago –
    Comunità Canção Nova

    Forse anche ti piacerà:
    ::Quando si commette il peccato mortale e il peccato veniale?
    ::Perché vivere se non ho chiesto di nascere?
    :: Quiz – La Chiesa e i giovani – Una relazione possibile?

    Gocce di Vita – La fede rinvigorisce le nostre forze

    Con la speranza nel Signore superiamo tutte le difficoltà.

    Quando camminiamo alla presenza di Dio, armati della corazza della fede, attraversiamo le prove della vita senza allontanarci dall’essenziale, né perdiamo la nostra integrità e i nostri veri valori, perché la Divina Misericordia ci sostiene. Dobbiamo essere perseveranti, perché questa vita è fugace e solo il bene che seminiamo rimarrà. Non possiamo perdere di vista il fatto che per fede possiamo superare tutto; con la speranza nel Signore superiamo tutte le difficoltà.

    La speranza impressa dal Signore nei nostri cuori ci protegge dallo scoraggiamento e rinvigorisce la nostra forza. In nessun modo possiamo assumere la postura di qualcuno che dice sempre: “Non c’è modo! Non funziona! ” Al contrario, aspettiamo con aspettativa nel Signore, perché crediamo che il nostro Dio è il Dio dell’impossibile! “È il Signore che mi sostiene e protegge me!” (Salmo 3). Diamo a Gesù la grazia di avere una fede viva e attiva.

    – Luzia Santiago – 
    Comunità Canção Nova

    Forse anche ti piacerà:
    :: 
    Come sarà la vita eterna?
    :: Sister Cristina si racconta a CNPlay
    ::La cultura dell’incontro

    Gocce di Vita – Modellami e sarò migliore

    Se il Signore lavora sul di me, sicuramente sarò migliore

    Il Signore vuole che noi ci modelliamo e ci trasformiamo. Dio Padre ci ha mandato suo Figlio Gesù per mostrarci che, attraverso l’obbedienza e la lotta per la verità e la santità, possiamo raggiungere la gioia della risurrezione. Quindi, non possiamo mai scoraggiarci; dobbiamo cercare in Cristo la forza per superare tutte le tribolazioni. “Figlio mio, non disprezzare la correzione del Signore, non scoraggiarti quando ti rimprovera; poiché il Signore corregge chi ama e punisce chi accetta come suo figlio” (Eb 12,5-6).

    Il processo di costruzione di un nuovo vaso non è facile, né per l’argilla né per il vasaio, perché ogni opera creativa passa attraverso la sua trasformazione. Il vasaio deve mescolare, spezzare, alterare; e l’argilla, a sua volta, deve accettare questi interventi. Lo stesso vale per noi: Dio vuole nuovi vasi; ma perché ciò avvenga, dobbiamo obbedirGli, anche se spesso non capiamo il perché. Preghiamo, affinché il Signore ci renda docili alla Sua santa volontà: “Signore Gesù, siamo fatti di argilla, plasmaci secondo il Tuo infinito amore e la Tua incomparabile bontà. Dacci la grazia di cercare il Tuo volto, e così saremo migliori, perché una persona si realizza solo quando rivela il suo Signore!”.

    Forse ti piacerà:

    :: Devo fare tutto per un like?

    :: Sarà possibile un vero amore in una relazione solo virtuale?

    :: Gesù salva anche chi è vissuto prima di lui?

    :: Perché i bambini muoiono?

    Perché agitarsi?

    Dio ha il controllo di tutto

    Perché avete tanta paura, uomini di poca fede?” … alzandosi, rimproverò il vento e il mare, e ci fu una grande calma” (Mt 8,26). In mezzo alla molteplicità delle occupazioni di questo mondo dovremmo fare tutto bene, ma non lasciare che l’agitazione e l’eccesso delle preoccupazioni prendano il sopravvento sul nostro cuore. Siamo preoccupati e spaventati per molte cose, tuttavia non possiamo perdere di vista l’essenziale: Gesù nella nostra vita. Qualunque cosa accada, ricordiamoci della tempesta sedata. Dio ha il controllo su tutto, poiché il Suo potere è superiore a tutti e vince gli avversari. “Ma li salvò per amore del suo nome, affinché potesse mostrare la sua potenza” (Sal 106,8). Abbiamo lavorato tutto il giorno per mantenere il nostro cuore preoccupato e turbato da qualsiasi cosa, e se Egli viene per alzarci, chiediamo a Gesù: “Signore, calma il mio cuore”.

    Gesù confido in te!

    Luzia Santiago