Cammino Formativo

    formacao_lutemos-para-alcancar-as-virtudes-cristas

    Il cammino formativo dei membri

    Fin dalle origini la Comunità Canto Nuovo si è costituita con vocazioni provenienti dai diversi stati di vita e in comunione con le istituzioni religiose, comprese quelle di origine orientale, come i Maroniti. Chi vuole far parte della Comunità, dopo un adeguato periodo di incontri di orientamento vocazionale, denominato “Cammino vocazionale”, deve presentare una richiesta scritta e con le dovute ragioni al Presidente, il quale, valutato se le condizioni sono giuste, ammette a un periodo di prova. Questo periodo si svolge in una o più luoghi detti “Fronte Missionario” appositamente scelti per questo scopo, e si compone di due fasi: Pre-discepolato (della durata di almeno un anno) e Discepolato (della durata di un anno).

    Dopo questo periodo, il candidato, dopo sua richiesta scritta,può essere approvato dal Presidente, con il consenso del Consiglio Generale, per il primo impegno, che si rinnova ogni anno per un minimo di sei e un massimo di nove anni, dopo di che egli viene ammesso o dimesso. I tre primi anni di impegno costituiscono il periodo chiamato “Juniorato”, in cui il nuovo membro deve vivere l’esperienza concreta del carisma e della missione di Canto Nuovo, con diritto a una speciale attenzione da parte dei loro responsabili, formatori e fratelli più grandi della Comunità.

    Colui che si trova in juniorato è indicato per un Fronte Missionario, dove l’ambiente e le attività devono essere tali da poter approfondire ogni giorno la formazione ricevuta durante il periodo del discepolato, al fine di affrontare le sfide inerenti alla vita, alla vocazione e alla missione della Comunità.

    Completato il grado di appartenenza del juniorato, il candidato diventa membro temporaneo con voce attiva nelle elezioni della Comunità. Questo periodo è un tempo di discernimento e di preparazione per l’impegno definitivo. In questo periodo il candidato si impegna a cercare una direzione spirituale e un aiuto personale più accurato, e si prepara ai due ritiri, appositamente stabiliti, in preparazione per il suo impegno come membro definitivo.

    Nella Comunità la formazione dei membri non finisce dopo il periodo di formazione iniziale. Attraverso iniziative personali e le attività della comunità, tutti possono progredire nella conquista di una maturità umana, spirituale, apostolica e professionale. Così, durante la loro vita, tutti i membri sono addestrati per lo studio e l’utilizzo di moderne forme di comunicazione.

    CATEGORY : Comunità

    La Nostra Missione

    19187630994_a603b14760_o

    1) Attività generali

    La missione della Comunità Canção Nova è evangelizzare attraverso gli incontri e specialmente, ma non esclusivamente, attraverso i mezzi di comunicazioni sociali. La Comunità opera nei settori dell’istruzione, della sanità, dell’arte, della cultura e promozione sociale, con l’obiettivo di contribuire concretamente alla trasformazione degli esseri umani e delle strutture Nel 1980 i membri della Comunità Canção Nova iniziarono la loro opera di evangelizzazione attraverso i mezzi di comunicazione, cominciando dalla radio Canção Nova. Inoltre, Canção Nova produce e vende prodotti come libri (oltre 1.270 titoli), CD e DVD (445 titoli), e dispone di un call center  che riceve in media 120.000 chiamate al mese. E il DAVI (Dipartimento audiovisivi) ha una struttura di iniziative di marketing multicanale nella vendita al dettaglio, commercio all’ingrosso, porta a porta, catalogo e e-commerce. Qui specifichiamo alcune iniziative particolari.

    – La Radio

    Embrione e punta di diamante del sistema, la radio Canção Nova promuove, dal 1980, la dignità umana e i valori cristiani universali, offrendo informazioni di utilità pubblica ai cattolici e non cattolici. Attualmente essa copre la maggior parte del territorio brasiliano. In America Latina la trasmissione è seguita in Paraguay, Messico, Honduras, El Salvador, Guatemala e Nicaragua.

    – La televisione

    Inaugurata nel 1989, la tv Canção Nova è seguita da circa 55 milioni di spettatori, con una crescita di 1.000% rispetto ai dati di 10 anni fa. Il contenuto è quello che la differenzia dalle altre tv. Il palinsesto non ha alcun rapporto con gli inserzionisti, il che rafforza la sua autonomia nella scelta di una programmazione pensata al suo pubblico di riferimento. In Brasile il segnale viene trasmesso da 86 operatori di tv via cavo, e all’estero il segnale satellitare copre l’America Latina, gli Stati Uniti (inclusa l’Alaska), l’Europa, parte del Medio Oriente, il Nord Africa e il Canada. Inoltre, tutta la programmazione può essere monitorata in tempo reale dal portale Canção Nova.

    – Altri strumenti mediali

    Canção Nova investe anche in strumenti che seguono il concetto di Web 2.0, che  permette all’utente di montare la propria programmazione su internet. Queste innovazioni annoverano: il portale, il webtv, il blog, e comunidade.cn. Ancora in fase di esperimento sono il mobile, formazione a distanza, wiki, podcast, web radio e forum. Tutto il sistema di comunicazione è mantenuto, in Brasile, dalla Fondazione Giovanni Paolo II, che ha sede a Cachoeira Paulista (SP), ed è un’associazione senza scopo di lucro, che si regge in base a donazioni spontanee di persone che credono in questo lavoro e aderiscono a questa missione.

    2) Le opere in favore della Nuova Evangelizzazione

    Tra le tante iniziative in questi 38 anni di esistenza, meritano un posto di rilievo:

    a) L’evangelizzazione infantile

    – una Bibbia per i bambini, diversi CD (tra cui “Tempo di Canto” – Santa Messa per i bambini);

    – un portale dedicato all’evangelizzazione dei bambini, con lo sviluppo di giochi virtuali e sussidi da utilizzare dai genitori e dai catechisti;

    – una programmazione della tv e della radio che include contenuti appositi per i bambini e gli adolescenti;

    – una rivista mensile inviata gratuitamente tramite posta, con contenuti orientati esclusivamente per questo pubblico attraverso: fumetti, disegni e hobby.

    b) L’evangelizzazione giovanile

    – lo sviluppo specifico di prodotti giovanili, in particolare con il linguaggio “W” e “Z”;

    – un progetto di evangelizzazione attraverso incontri e spiritualità incentrate sui giovani (es.: Jesus Revolution);

    – un progetto di evangelizzazione per promuovere la lettura e la riflessione dell’Youcat, come richiesto dal Santo Padre, Papa Benedetto XVI, con il supporto virtuale (es.: Youcat School).

    c) L’evangelizzazione degli adulti

    – una collezione letteraria con una vasta gamma di temi per la costruzione di valori cristiani, sotto la guida del Magistero della Chiesa. I libri sono disponibili sia in formato stampa che in audio ,

    – una rivista mensile inviata gratuitamente via e-mail a più di 300 mila persone, con contenuti riguardanti l’evangelizzazione, consigli di salute e la responsabilità sociale;

    – la promozione di incontri per giovani, adulti e bambini, tenendo conto della diverse realtà culturale in cui Canção Nova è inserita,

    – un palinsesto in tv che prevede trasmissioni apposite per persone con disabilità uditiva.

    – un sito con vasto contenuto cristiano, giornalistico e culturale: http://www.cancaonova.com/”www.cancaonova.com con aggiornamenti minuto per minuto, in quattro lingue – inglese, francese, italiano e spagnolo;

    – l’utilizzo dei media per promuovere il messaggio di Gesù Cristo e gli insegnamenti della Chiesa attraverso azioni strategiche, sia per Twitter, Youtube, Google +, Facebook, ecc

    CATEGORY : Comunità

    Il fondatore e i cofondatori

    Jonas_SiteIl fondatore: Jonas Abib. Nato nel 1936 a Elias Fausto/SP (Brasile), Jonas Abib visse un’infanzia povera nel quartiere di Villa Nova Cachoeirinha, periferia di San Paolo. Entrato tra i Salesiani, inaspettatamente si ammalò e fu trasferito a Lavrinhas, nella valle di Paraiba, nell’interno di San Paolo. Poiché non migliorava, il giovane seminarista fu inviato all’ospedale di Piquete, sempre nell’interno di San Paolo. Nel 1964 venne ordinato sacerdote e nel 1968 cominciarono i suoi primi incontri con i giovani. Alla fine del 1969 p. Jonas scoprì di avere la tubercolosi e si trasferì presso una clinica a Campos do Jordão (SP), dove, oltre a sottoporsi a una cura, rimase vari mesi evangelizzando. Preoccupato per il suo lento recupero, il suo superiore lo trasferì nuovamente a Lorena. Nel 1971 p. Jonas ebbe modo di incontrare il Rinnovamento Carismatico, che stava allora nascendo in Brasile, e da quel momento la sua vita cambiò. Sorse la necessità di avere un locale appropriato per gli incontri. Un’azienda di Areias (SP) si fece avanti e da lì nacque l’associazione Canção Nova. Due anni dopo si cominciò a costruire la prima casa della missione nella città vicina. Dopo un incontro avvenuto nel 1976 con mons. Antonio Alfonso di Miranda, all’epoca vescovo di Lorena (SP), nacquero le basi evangelizzatrici di Canção Nova. Chiamato nell’ufficio episcopale, p. Jonas, allora trentasettenne, ricevette la missione di mettere in pratica l’Esortazione Apostolica “Evangelii Nuntiandi” di papa Paolo VI (21 dicembre 1975). Nel corso degli anni 1976 e 1977 p. Jonas offrì degli incontri chiamati di “Catecumenato”, in pratica un corso di catechesi per i giovani, al quale vollero presto partecipare anche i loro genitori, vedendo la trasformazione dei propri figli. In seguito, p. Jonas sentì la necessità di lanciare una sfida alla gioventù: iniziare un cammino di “catecumenato” di tipo residenziale, per realizzare il quale i giovani avrebbero dovuto lasciare la propria famiglia, la casa e gli studi per consegnarsi allo Spirito Santo. I giovani di Queluz furono i primi a essere chiamati e dodici di loro accettarono la missione. Nasceva così, il 2 febbraio del 1978, la Comunità Canção Nova.

    Eto_SiteIl cofondatore: Wellington Silva Jardim. Nacque a Cruzeiro (SP, Breasile) il 18 maggio 1949. Crebbe in un ambiente semplice. Da ragazzo aveva frequentato le attività dell’oratorio salesiano di Don Bosco a Cruzeiro (SP). Nell’adolescenza, partecipò a gruppi di giovani e ritiri. I suoi rapporti con il fondatore di Canto Nuovo, p. Jonas Abib, iniziarono nel 1973, in un incontro chiamato “esperienza di preghiera” nella città di Bananal (SP). Nel 1980, su richiesta di p. Jonas Abib e di Luzia Santiago, visse la grande sfida della sua vita: lanciare la stazione radio Canção Nova. Il 2 febbraio 1984 emise il suo impegno con la Comunità Canção Nova. Nel 1990 sposò Luzia Santiago. Pur non avendo alcuna formazione professionale specifica (prima di entrare in Canto Nuovo Eto aveva lavorato per 12 anni in una compagnia di servizi igienico-sanitari dello Stato di San Paolo), nel 2009 venne eletto economo della comunità. Partecipò al programma radiofonico “Buon Seme” della Radio Canção Nova e, per molti anni, condusse la trasmissione “Dio provvederà” nella TV Canção Nova.

    Luzia_SiteLa cofondatrice: Luzia Santiago. Nacque il 26 giugno 1949 a Virginia (MG, Brasile). Veniva da una famiglia cattolica, ma il suo grande incontro con Gesù, però, avvenne soltanto a 23 anni, quando, dopo quaranta giorni di matrimonio, rimase vedova. Rendendosi conto che la sua vita era centrata sul marito, un essere umano, Luzia cominciò a chiedersene il significato. Nella ricerca di risposte, partecipò al primo incontro dei giovani a Lorena (SP), diretto dal p. Abib. Successivamente si unì al gruppo che organizzava i ritiri nella diocesi e lavorò costantemente insieme al p. Jonas nella preparazione dei documenti per la comunità Canção Nova. Laureatasi in Servizio Sociale e Filosofia, Luzia si sposò con Wellington Silva Jardim. Attualmente è membro del Consiglio di amministrazione della Fondazione Giovanni Paolo II, che gestisce le opere di Canção Nova.

    CATEGORY : Comunità

    Per un mondo nuovo

    “Formare uomini nuovi per costruire un mondo nuovo. Il nostro destino è il cielo”. Questi pensieri hanno nutrito le intenzioni di mons. Jonas Abib che nel 1978 ha costituito la Comunità Canção Nova in Brasile. Oggi l’Associazione riconosciuta nel 2008 dal Pontificio Consiglio per i laici, conta circa 1400 membri in tutto il mondo: uomini e donne consacrati a diffondere il Vangelo nel cuore dell’uomo. Il carisma della Comunità – presente anche a Roma dal 1997 – è evangelizzare principalmente, ma non esclusivamente, tramite i mezzi di comunicazione: radio, televisione, internet.

    Terra Santa, Francia, Portogallo, Paraguay, Brasile: sono alcuni dei Paesi dove si è diffusa Canção Nova. Sempre al passo con i tempi, i membri della Comunità si affidano alla Divina Provvidenza, che guida e apre porte nuove, consentendo alle persone l’incontro con Cristo e il suo amore.

    “Il nostro carisma specifico era presentare Gesù e la vita nuova che Egli è venuto a portare agli uomini negli incontri e nei ritiri. Con il trascorrere del tempo, tuttavia, partendo dall’Enciclica Evangelii Nuntiandi, abbiamo sentito l’immensa sfida di evangelizzare tramite i mezzi di comunicazione, rispondendo all’appello lanciato da Papa Paolo VI: la Chiesa deve utilizzare i mezzi di comunicazioni per arrivare a tutti i popoli, parlando nell’intimo di ogni cuore.

    “La comunità si è evoluta, crescendo anche grazie alle nuove vocazioni. Ed allo stesso tempo grazie all’audacia di offrire in maniera diretta la nostra testimonianza e l’annuncio tramite i mezzi di comunicazione. Abbiamo cominciato nel 1978 con una piccola radio, dopo 10 anni siamo entrati in TV. Abbiamo dato vita a un sistema di comunicazione, il Sistema Canção Nova di Comunicazione, includendo un Portale Web, non soltanto per il Brasile ma, via Internet, in tutto il mondo, anche tramite il satellite per la televisione. Una cosa che ci tocca da vicino sono le testimonianze che ci arrivano: sono migliaia di giovani che si radunano per sentire la Parola di Dio, giovani che lasciano le droghe, famiglie salvate che tornano a stare insieme”.

    “Essere evangelizzatori non è un privilegio, ma un impegno che proviene dalla fede. (…) Siate segni di speranza, capaci di guardare al futuro con la certezza che proviene dal Signore Gesù, il quale ha vinto la morte e ci ha donato la vita eterna”. Benedetto XVI

     

    “Per noi la grande sfida è essere pieni di Cristo, testimoni vivi, parlando un linguaggio al passo con i tempi. La Parola di Dio, il Vangelo, sono sempre gli stessi, Cristo è lo stesso, ma per ogni tempo è necessario un linguaggio adeguato alle le sfide proprie dell’epoca”.

    Luzia Santiago – Confondatrice della Comunità Canção Nova

    CATEGORY : Comunità

    La Comunità Canção Nova riceve il riconoscimento definitivo dal Vaticano

    Reconhecimento_Def

    La firma del decreto è stata fatta domenica 29 giugno 2014, in Vaticano, giorno in cui la Chiesa celebra la Solennità dei Santi Pietro e Paolo

    “Viviamo un momento molto importante. Siamo stati approvati definitivamente dalla Santa Sede. Questo è motivo di gioia!”, così afferma il fondatore dalla Comunità Canção Nova, Mons. Jonas Abib.

    La Solennità dei Santi Pietro e Paolo, celebrata questa domenica 29 giugno, è diventata una data storica per Canção Nova. Il decreto della Santa Sede che concede il Riconoscimento Pontificio definitivo a Canção Nova è stato firmato dal Pontificio Consiglio per i Laici, il dicastero vaticano responsabile per i Movimenti e le Nuove comunità.

    Nel 2008, la comunità fu riconosciuta dalla Santa Sede con un decreto “ad experimentum”, procedura comune in questo tipo di processo. Il documento fu firmato il 12 ottobre 2008 e consegnato in Vaticano a Mons. Jonas Abib il 3 novembre dello stesso anno.

    Mons. Jonas ha ricevuto la notizia del riconoscimento definitivo con molta gioia e gratitudine. “Gratitudine a Dio e anche a tante persone che hanno lavorato perché questo avvenisse. Adesso è realtà! Quello che possiamo dire è: ‘Grazie a Dio!’”.

    Nell’anno in cui Mons. Jonas compie 50 anni di sacerdozio, ricevere il riconoscimento di questa opera fondata da lui è un vero regalo. “Per me è un incoronamento. Ho dedicato la mia vita a Canção Nova. Non ho mai pensato che sarebbe stata così. Questo è, quindi, un regalo meraviglioso!”, sottolinea.

    La cofondatrice della Comunità, Luzia Santiago, ricorda che la settimana scorsa mons. Jonas ha ricevuto un documento che preannunciava la vicinanza del riconoscimento. Da allora, la gioia ha riempito il suo cuore. “È la conferma che siamo in cammino (…). Canção Nova, lungo questi anni, ha evangelizzato con l’ardore missionario che nasce dall’incontro personale con Cristo, dalla sua maniera semplice di fare tutto, nella forza e nella grazia dello Spirito Santo. Questo ci dà forza. Quindi, dobbiamo rallegrarci”.

    D’accordo con il cofondatore della comunità e direttore esecutivo della Fundação João

    Paulo II, Wellington Silva Jardim, il riconoscimento pontificio definitivo è una soddisfazione molto grande e, da questa decisione, la responsabilità della comunità si allarga. “Quello che oggi è bello, per me, è la conferma di essere Chiesa. Il 12 ottobre 2008 siamo stati riconosciuti dalla Chiesa; adesso ne riceviamo l’assicurazione.

    Il formatore generale di Canção Nova, padre Wagner Ferreira, spiega che quel che cambia con il riconoscimento definitivo è l’approvazione dello statuto della comunità: “È naturale, in qualsiasi opera della Chiesa, avere nel tempo la necessità di aggiornare gli statuti, i regolamenti interni della comunità, sia perché il mondo evolve, sia perché la vita della Chiesa cambia. È proprio questo che abbiamo vissuto durante questi anni. Per grazia di Dio, il Pontificio Consiglio per i Laici ci ha consegnato questa approvazione”.

    Mons. Jonas spiega che l’approvazione definitiva degli statuti è importante, perché è proprio la voce della Chiesa che dice: “Siete voluti da Dio, il vostro carisma è reale (…). Significa, inoltre, l’approvazione del nostro carisma! Quindi, per questo lodato sia Nostro Signore! Viviamo, adesso, il carisma, perché egli è voluto dalla Chiesa”.

    “Sono l’attesa, la gioia e l’impegno di assumere per sempre la missione fino alla seconda venuta di Gesù”, aggiunge Luzia.

    La comunità Canção Nova è stata fondata nel 1978 da Mons. Jonas Abib e ha come scopo formare uomini nuovi per un mondo nuovo. Possiede la missione di evangelizzare comunicando Gesù e la vita nuova che Lui è venuto a portarci attraverso degli incontri di preghiera e, in modo preferenziale ma non esclusivo, mediante i mezzi di comunicazione sociale.

    CATEGORY : Comunità