Vivi sempre riconciliati

    Vivi sempre riconciliati

    Tra me e mio fratello c’è Gesù

    Vivere riconciliati è un continuo perdonare! Solo l’innesto sul ceppo ci porta la grazia riconciliante, cioè morire a se stesso in ogni momento, avendo gli occhi fissi sul Signore, nel cuore stesso di Gesù dove non c’è ombra di risentimento, amarezza o un ritorno a se stesso.

    Il cuore di Gesù è tutto amore, in Lui è la fonte di tutta l’unità e l’accettazione dell’altro, perché Egli ci accetta come siamo. Tra me e mio fratello c’è Gesù. Continua a difendere ognuno dei Suoi figli, come difese la donna adultera: “Se non hai mai peccato, gettati la prima pietra”. Sempre Dio deve essere il primo e poi il fratello. Questa è la perfezione del vero perdono: “Qualunque cosa passa, prima da Dio, è santificata; altrimenti è un semplice atto umano, che porta semplicemente sollievo e accomodamento umano; il vero perdono e il perdono generano nuova vita e comunione di cuore. “L’esempio di Gesù che vive sempre riconciliato; Fu crocifisso, ma nonostante ciò, è riconciliato con l’uomo, perché è dato come cibo nell’Eucaristia. Colui che in cima alla croce dice: “Perdona loro perché non sanno quello che fanno”.

    Il tuo Fratello
    Monsignor Jonas Abib.

    Forse anche ti piacerà:

    ::I dieci comandamenti sono ancora validi?
    ::Devo accettare tutti gli insegnamenti della Chiesa?
    ::Comandamento: oppressione o regalo?

    Share This Post