E quando ci manca la consolazione spirituale?

    La vita spirituale comporta anche momenti di aridità, solitudine, disanimo e freddezza.

    In questo periodo in cui siamo privati della consolazione spirituale, può essere molto fecondo e favorevole per crescere nella pratica della preghiera e delle virtù. È infatti il tempo nel quale Dio lavora nel nostro interiore, certamente è per il nostro maggior bene. Come ci dice Paolo: “tutto occorre al bene per coloro che amano Dio”. Questo stato d’animo ci aiuta a crescere in umiltà e capire che tutto viene da Dio. Inoltre ci fa scoprire che il suo amore per noi è totalmente gratuito.
    Spesso mi rivolgo alla mia comunità, affermando che nella vita spirituale il 10% è consolazione e il 90% è fatica. Mi spiego meglio: ci vuole uno sforzo continuo, perseverante. È bello pensare che in questo arduo momento impariamo a fissare il nostro sguardo in Lui e cercarlo tutto il tempo.
    Se vivi oggi in questa situazione di aridità spirituale, abbi fede e coraggio. Inoltre impara a fidarti ancora di più nel Signore che ha vinto il mondo.
    Tuo fratello,
    Mons. Jonas Abib

    Ho sbagliato tutto… cosa faccio ora?

    Non complicarti! Prova a fare soltanto ciò che devi fare; dì soltanto ciò che deve essere detto.

    Se tu ci fai caso, verificherai che ci troviamo in terribili complicazioni, perché abbiamo oltrepassato la linea della ragionevolezza e raccogliamo i frutti delle nostre parole e atteggiamenti frutto di poca riflessione. Se farai questo, verificherai anche che avrai più tempo per fare del bene tutti i giorni: pregare, ascoltare qualcuno, riposare, leggere un libro…

    Ripeto per non dimenticare pure io: fai quello che devi fare; parla quello che devi parlare! È sufficiente per essere felici.

    Ricardo Sá

    Ogni bene proviene dal Signore!

     

    Spesso, restiamo ammirati della nostra intelligenza, delle nostre opere, ma non possiamo lasciare di avere un cuore riconoscente, perché ogni dono viene dal Signore.

    Teniamo presenti che qualsiasi buona volontà che scaturisce dal nostro cuore è per grazia di Dio, perché da soli non siamo capaci di una buona azione.

    “Fedele è Dio, dal quale siete stati chiamati alla comunione del Figlio suo Gesù Cristo, Signore nostro!” (1Cor 1,9).

    Ora Lodiamo la fedeltà di Dio verso noi e allo stesso tempo, siamo fedeli alla sua grazia, che ci rende capaci di essere buoni.

    Gesù, confido in te!
    Luzia Santiago

     

    Essere pieno dello Spirito Santo

    E tu? Non vuoi essere pieno dello Spirito Santo?

    E’ l’ora, è la tua ora!
    Noi siamo stati dei testimoni molto deboli; ed il Signore adesso ha bisogno di una vera difesa, perché il mondo ancora non ha visto ciò che Lui può fare con l’umanità piena di Spirito Santo.
    E perciò le conseguenze di questo sono importanti.

    Tu puoi essere condotto dallo Spirito Santo, guidato da Lui, orientato passo dopo passo da Lui e cosi esperimentare il potere di Dio agendo per mezzo di Lui. Il suo corpo sarà come uno strumento, tramite il quale lo Spirito Santo suona. Tu sei uno strumento, ma chi suona è la terza persona della Santissima Trinità e tutto il mondo ascolterà quella melodia.

    Preghiamo: vieni, Spirito Santo! Gesù io desidero essere come Maria, pieno dello Spirito Santo. Io desidero esperimentare il potere dello Spirito Santo che attua in me. Desidero essere quella persona piena dello Spirito Santo che il mondo ancora non ha conosciuto.

    Eccomi qui, Gesù, riguardando la mia vita e recependo che fino ad ora non ho fatto nulla. Io desidero Signore che lo Spirito Santo suoni in me la melodia che il mondo ha bisogno di udire.
    Divino Spirito Santo, in tè cerco grazia, forza e potere. Vieni ad essere il generatore di energia e di forza, è quello che i mie fratelli hanno bisogno di vedere nella mia vita. Amen.

    Il tuo fratello

    Mons. Jonas Abib

    Cosa faccio per guarire l’anima mia?

    Il perdono è la miglior medicina!

     

    Sono convinto che il perdono, applicato in tutte le forme, vale a dire, offerto, chiesto nel passato o nel presente per molto tempo, tramite i gesti, è sollievo dall’angoscia e guarigione ai mali dell’anima e del corpo.

    Vi garantisco è la cosa migliore! Questa esperienza la possono fare tutti, lasciando da parte perfino i sentimenti più feriti, perché quando si tratta del perdono, la decisione è la forza che ci deve condurre.

    In questo modo il perdono diventa un esercizio prezioso e necessario per me e per te. Provaci,  potrai  vedere  i miglioramenti derivanti da questo esercizio.

    Ricardo Sá

    Guarda il cielo e loda il Signore!

     

    Non so se hai l’abitudine di guardare al cielo ogni mattina quando ti svegli, ma se fai attenzione, percepirai che ogni giorno esso è diverso…

    C’è uno scenario che Dio prepara per accoglierci e parlare fin dal mattino al tuo cuore. Davanti a tanto amore, mistero e bellezza, nasce in noi il desiderio  di  lodare e ringraziare il Signore.

    Allora Mosè e gli Israeliti cantarono questo canto al Signore e dissero: “Voglio cantare in onore del Signore:
    perché ha mirabilmente trionfato, ha gettato in mare cavallo e cavaliere. Mia forza e mio canto è il Signore, egli mi ha salvato. È il mio Dio e lo voglio lodare, è il Dio di mio padre e lo voglio esaltare!”
    (Es 15,1-2).

    Facciamo oggi l’esperienza di cantare la vita, anche quando esso non si presenta come ci piacerebbe?
    Prendiamo un atteggiamento di lode, perché questo è il linguaggio dei figli di Dio.
    Per quanto confusi i nostri sentimenti e pensieri non siano predisposti e, lasciamo prevalere, in questo giorno, la grazia di Dio in noi: fonte di ogni felicità.

    Gesù io confido in te!
    Luzia Santiago

     

    Vieni, Signore Gesù!

     

    Coloro che sperano nel Signore non saranno confusi o ingannati dalla sua speranza!

    Quando speriamo in Dio, contempliamo il frutto dell’attesa al momento giusto. Ci sono molti problemi che oscurano gli orizzonti del nostro tempo, ma abbiamo bisogno di camminare con lo sguardo nel Signore che viene. Ogni giorno noi preghiamo durante la Santa messa: Vieni, Signore Gesù!

    Manifestiamo la nostra fiducia in Dio con tutto il nostro cuore ed riempiamo i nostri cuori della speranza, perché il Signore non tarderà. Lasciamoci incoraggiarci oggi dalla preghiera del Salmista: “Sono certo di contemplare la bontà del Signore nella terra dei viventi. Spera nel Signore, sii forte, si rinfranchi il tuo cuore e spera nel Signore. (Sl 26, 13-14).

    Gesù, insegnaci a sperare sempre in Te, anche quando tutto attorno a noi ci dice il contrario.

    Gesù confido in Te!
    Luzia Santiago

     

    Trovare la felicità

    Sarà ancora possibile trovare la felicità?

     

    Dal momento che la felicità è diventata una sorta di diritto, tutti vorrebbero esserlo a tutti i costi, molti genitori hanno tralasciato il loro doveri verso i figli, amici di lunga data sono stati scambiati per una migliore posizione nella società, e quel segreto, custodito con molta lealtà, è stato venduto per ottenere prestigio.

    La felicità, dunque, rovesciata, ha presso gli aspetti della minaccia, lasciando traccia di tristezza anche in casa. Tutto per essere felice! Perfino il far soffrire qualcuno!

    Tuttavia, possiamo dire grazie alla esperienza della vita. “Non abbiamo bisogno di niente altro, solo dell’unione tra le persone”. L’unione fraterna, amichevole che sembra essere scomparso dai nostri rapporti quotidiani, quel rapporto gratuito che non ha nulla a che vedere con i rapporti d’interesse, del tornaconto…ma il rapporto di unità, nell’amore, nella amicizia sincera, nella onestà. Se viviamo la nostra vita con questi principi raggiungeremo la felicità, quella che nessuno potrà toglierci.

    Ricardo Sá

    CATEGORY : Gocce di Vita

    La preghiera è il cammino verso la vittoria

    La preghiera è il cammino verso la vittoria e dobbiamo avere fede

     

    Abbiamo bisogno di credere nell’aiuto efficace dello Spirito Santo nella nostra vita. Quando abbiamo delle difficoltà, la prima cosa che facciamo è raccontarle alle persone, ci angustiamo, spesso mormoriamo e ci spaventiamo, dimenticando di chiedere aiuto al Signore che combatte a favore nostro e che è sempre al nostro fianco, anche quando non ci rendiamo conto della sua presenza.
    Qualunque sia la situazione in cui siamo oggi, abbiamo fiducia nel Signore perché Egli combatterà per noi e la vittoria sarà certa. Il segreto è avere fiducia, anche quando non vediamo nulla.
    Gesù confido in Te!

    Luzia Santiago

    CATEGORY : Gocce di Vita

    Siamo un terreno ampio

     

    Il nostro cuore è un terreno, in cui semina Gesù e anche il suo nemico: il diavolo.

    Possiamo fruttificare i seme che il Signore sparpaglia, o purtroppo, fruttificare i semi che il principe di questo mondo lancia su noi. E’ necessario decidere di far fruttificare soltanto i semi di Cristo.
    Affronteremo tentazioni, ma non saremmo abbandonati, perché Gesù è con noi, pregando per noi, facendo il tifo per la nostra vittoria.
    Sino alla fine della nostra vita saremmo un terreno disputato. Siamo noi che daremmo la vittoria a Gesù o al demonio. Chi desideri servire te? Chi desideri far entrare nella tua vita?
    In passato, molte volte, abbiamo dato vittoria al demonio. Lasciando che lui prendesse possesso della nostra mente, dei nostri sentimenti e del nostro corpo. Ma Gesù è il Signore di questo terreno che siamo noi. A Lui appartiene la vittoria.

    Il tuo fratello, P. Jonas Abib