Mancami fede

    Cosa fare quando mancami fede?

    Nulla ci manca quando abbiamo fede nel nostro Signore Gesù Cristo.

    Attraversiamo per delle difficoltà, tribolazioni e tante altre situazioni proprie della vita umana, ma nel Signore abbiamo tutto, perché Lui è la fonte di ogni bene e di ogni grazia.

    Preghiamo insieme: “Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi”? (Rm 8, 31).

    Tuo fratello,

    Mons Jonas Abib

     

    ::Forse ti piacerà:

    7doni in 3 mosse – Sapienza

    CATEGORY : Gocce di Vita

    La rabbia

    Cosa devo fare con la rabbia?


    Per coloro che desiderano crescere, l’esperienza con i sentimenti disordinati sono anche un’opportunità di maturazione. In realtà, la rabbia, l’aggressività e sentimenti simili, possono anche rivelare delle verità su noi stessi. Sicuramente ci manca il coraggio e la pazienza di saperli ascoltare!

    Tuo fratello, Ricardo Sá

    CATEGORY : Gocce di Vita

    Cosa sperano di me?

    Cosa sperano di me? La risposta è: amore!


    Ho seriamente riflettuto su ciò che una missionaria della mia comunità ha condiviso: “attendono il nostro amore”. Questa espressione mi ha toccato così tanto da condurmi a farne tesoro per la mia missione, la quale, comporta un “non voltarsi indietro”; implica l’affrontare e risolvere le situazioni comuni e pertinenti all’annuncio senza “giuste” scorciatoie che allontanano dalla strada stretta.
    Nell’orizzonte dell’amore, sono convinto che ci sono momenti in cui non è possibile fare altro che amare! Essendo così, l’unico linguaggio che viene ascoltato è quello che si traduce in cura, attenzione, presenza, dialogo… Questa attesa, sovente indecifrabile e per questo “nascosta” in molti cuori”, diventa una fortezza che protegge e ispira coloro che ne usufruiscono.

    Tuo fratello, Ricardo Sá

    CATEGORY : Gocce di Vita

    Non mi manca nulla!

    Con Dio non mi manca nulla

    Com’è meraviglioso vivere in compagnia di Gesù. Anche se siamo nel deserto, con Gesù, la nostra vita ha un grande senso, perché come insegna Santa Teresa D’Avila: “Chi ha Dio non manca di nulla”.

    I posti migliori, umanamente parlando, senza il Signore, sono bui e pesanti e non accrescono nulla di buono alla nostra vita.

    La nostra più grande ricchezza è avere Cristo come il nostro Amico, compagno, Signore e Salvatore. La sapienza ci insegna oggi che innanzitutto dobbiamo cercare il Signore, e quello ci basta perché Lui è l’unico essenziale per noi.

    Impariamo dalla parola: “Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta”. (Mt,6,33).

    Signore insegnaci a fare la Tua volontà.

    Gesù, confido in te!
    Luzia Santiago

    CATEGORY : Gocce di Vita

    Posso dire sempre ciò che penso?

     

    Tutti dobbiamo imparare ciò che è opportuno, e ciò che non lo è in quel momento dato.

    Un fatto, una parola o quel atteggiamento, possono essere a volte inopportune.

    È la scoperta del momento giusto che mi permette di parlare nell’ora conveniente, anche se non è facile ed esige un atteggiamento di ascolto del mio interlocutore.

    L’ascolto ci aiuta, non sempre dire ciò che abbiamo in mente costruisce, aiuta, serve all’altro, questo può essere un metro di misura, ciò che non ha un effetto positivo, meglio non renderlo noto.

    Ricardo Sá

    Che cosa non fa la fede?

    Dobbiamo capire che cosa non fa la fede

    Giorni fa ho imparato un proverbio tedesco che ci guida: “Dio ci dà le noci, ma non le spezza”. Chiunque si ferma in quel che il Signore può fare, non riesce a sperimentare la pienezza della fede, immaginando, in modo sbagliato, che il Signore possa fare tutto.
    Vi preghiamo di meditare su questo argomento, e cambiare ciò che deve essere cambiato, semplicemente per comprendere che questa volta tocca a te, non a Dio. Coraggio!

    Tuo fratello,

    Ricardo Sá

    CATEGORY : Gocce di Vita

    Perché Dio tarda?

     

    Benedetta domanda!

     

    Perché Dio tarda e a volte neppure ci ascolta e, quando ci ascolta non sarà possibile piuttosto che non lo cogliamo? Visto che, molte volte saranno altri che raccoglieranno i frutti!

    A dire il vero, Dio tarda tutte le volte che lui percepisce che la nostra conversione è più importante della nostra richiesta! Vedi? È semplice! L’errore sta nel fissarci di essere per forza ascoltati, dimenticando che per Dio, noi siamo molto più importanti delle nostre richieste. Per Dio, noi siamo più importanti del nostro problema o richiesta. Hai capito?! Ora, se tu volessi apprezzare le risposte di Dio, convertiti veramente e così le risposte arriveranno più in fretta. Basta esperimentare! .

    Il tuo fratello,

    Ricardo Sá

    La gioia della rinuncia

    Davide, nella sua ricerca di pentimento e ritorno a Dio, fece questa preghiera: “Crea in me, o Dio, un cuore puro”. (Sl 50)

    Soltanto il Signore, con il suo potere e la sua misericordia, ci porta a rinunciare al peccato e ad abbracciare il bene. Gesù ci da la ricetta per fare questo: Lui invita alla rinuncia di noi stessi e di tutto ciò a cui siamo attaccati, in modo da appartenere totalmente a Lui: “ Così chiunque di voi non rinuncia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo” . (Lc 14,33).

    Abbiamo bisogno di dire con animo forte e saldo:
    “Signore, io ti scelgo al di sopra di tutto; al di sopra della salute, delle ricchezze, delle difficoltà, degli onori, degli elogi, della scienza, delle consolazioni, delle speranze, dei desideri…al di sopra, persino, delle grazie e dei doni, che potrei ricevere da Te. In sintesi, scelgo Te, al di sopra di tutte le creature, che non siano Te, oh mio Dio qualsiasi grazia che mi dai, senza di te, non mi è sufficiente.” “Io voglio soltanto Te e null’altro!” (Sant’Alfonso di Liguori) .

    Gesù, confido in te!

    Luzia Santiago

    Più che mai abbiamo bisogno di combattere!

     

    La grazia più grande è la conversione della propria vita.

    Credo che siamo nel millennio dove la figura della Madonna e dello Spirito Santo sono i protagonisti.
    Tocca a noi aprirci a tutte le grazie che il Signore vuole darci personalmente e alle nostre famiglie.
    Siamo arrivati alla soglia del mondo nuovo e andremo ancora avanti, vivendo in giustizia e santità tutti i giorni della nostra vita. Siamo già nel nuovo mondo, nella civilizzazione dell’Amore.
    Il nostro combattimento sta già arrivando al suo obbiettivo. Più che mai abbiamo bisogno di combattere!
    San Giovanni Paolo II ci ha lasciato una parola d’ordine chiara e firme: Non temere!
    Più che mai abbiamo bisogno di combattere, la richiesta e chiara e firme: non abbiate timore!

    (tratto dal libro “Cieli nuovi e terre nuove” di P. Jonas Abib, fondatore della Comunità Canto Nuovo).

    Quando ti senti veramente una persona libera?

    Nulla ci può impedire di essere veramente liberi, perché siamo stati creati per la libertà.

     

    Guardando oggi la nostra vita, abbiamo bisogno di dare nome alle cose che ci incatenano e presentarli a Gesù concretamente, chiedendo il suo efficace aiuto, come il cieco, che all’ascoltare parlare che il Signore stava passando, cominciò a chiedergli aiuto ad alta voce:
    “Gesù, Figlio di Davide, abbi pietà di me” (Lc 18,38) e immediatamente il Signore lo chiamò e gli chiese: Cosa vuoi che faccia per te? Il cieco rispose: Signore che io possa vedere nuovamente. Gesù disse: vedi di nuovo”.
    La domanda di Gesù oggi è la stessa per te e per me: “Cosa vuoi che io faccia per te?” I cieco disse che voleva vedere nuovamente. E tu, che risposta hai? Qual’è la tua più grande necessità oggi? Dì al nostro Signore. Avviciniamoci a Cristo con una profonda fiducia nella sua misericordia.

    Gesù, confido in te!

    Luzia Santiago